IperidrosiSudore e psiche

Sudorazione eccessiva: quanti disagi in una stretta di mano!

Mani che sudano troppo: una condizione di forte stress psichico per chi ne soffre. Ma un rimedio c’è. Anzi, più di uno.

Tra i tanti disturbi che possono colpire la pelle, quello dell’eccessiva sudorazione palmare è uno dei più impattanti sotto il profilo psicologico. Mani sempre sudate sono infatti un pessimo biglietto da visita, che purtroppo si associa all’idea – in realtà un vero e proprio pregiudizio – che chi ha questa caratteristica sia una persona dal carattere debole, patologicamente insicura, persino inaffidabile.

 

Esiste una verità in questa immaginaria corrispondenza? No, naturalmente. Quello che, però, succede in chi fin dall’adolescenza si trova a dover convivere con una eccessiva sudorazione, specialmente a livello delle mani, è che il fattore nervoso contribuisce ad accentuare il problema. Più si suda, più si è nervosi, stressati, a disagio, e più… si continua a sudare. Si entra in una sorta di loop da cui uscire è davvero difficile.

 

La qualità della vita di chi convive con una sudorazione eccessiva delle mani è senza dubbio bassa, perché la percezione di “avere un problema imbarazzante” si riverbera su tutto l’ampio ventaglio delle attività e relazioni umane: dal tempo libero (inclusa la scelta dello sport da praticare e degli hobby) alla professione, fino, naturalmente, alla vita privata e ai rapporti interpersonali.

 

Sudare copiosamente, e sudare attraverso i palmi delle mani che sono sicuramente le parti del corpo che usiamo con più frequenza anche per relazionarci con il mondo esterno, è un limite enorme che produce effetti negativi ad ogni livello. Questionari sottoposti sia a persone afflitte da una forte sudorazione palmare che non, hanno mostrato che per ogni indicatore associato al concetto di qualità della vita – autostima, benessere, senso di soddisfazione personale, capacità di prendersi cure si se stessi, felicità – i “voti” attribuiti dai primi a ciascun valore erano costantemente inferiori rispetto agli altri.

 

 

Inutile precisare che cose intangibili ma sostanziali, che definiscono l’essere umano e il valore che ciascuno attribuisce a sé stesso, come l’ambizione, le aspettative, la fiducia nel futuro, la libertà di scelta, la capacità di creare rapporti solidi e duraturi di amicizia e d’amore, sono direttamente collegate con l’equilibrio psicologico. Un equilibrio che manca in chi ha la cronica sensazione di non avere il controllo sul proprio corpo e che vive costantemente nel disagio provocato dalla traspirazione delle proprie mani.

 

Per gestire questa situazione le soluzioni sono diverse. Innanzitutto si può intervenire con rimedi innovativi disponibili in farmacia, come ad esempio dei patch da applicare sulla pelle che consentano la generazione di impercettibili microcorrenti regolatrici della sudorazione. Si applicano con facilità e, grazie alla loro specifica adesività, si adattano a qualsiasi parte del corpo garantendo un’aderenza ottimale. Questi dispositivi non rilasciano principi attivi, non contengono sostanze chimiche aggressive, lattice né residui di metalli pesanti. Possono rimanere in sede anche durante il bagno o la doccia, senza perdere la loro adesività ed efficacia.

 

Qualora poi la componente psicologica sia predominante rispetto a quella fisiologica, potrebbe rivelarsi utile la psicoterapia o l’esecuzione di alcune semplici tecniche antistress come la meditazione zen, il training autogeno o il metodo mindfulness che agiscono a livello mentale calmando anche il sistema nervoso parasimpatico.

 

Agendo sia localmente sulla parte del corpo che materialmente produce troppo sudore, che a livello generale sul sistema nervoso, sulla mente e sull’emotività, si può ritrovare quell’equilibrio psico-fisico indispensabile per far tornare a sorridere la propria vita.

Condividi:
Perspirex