RagazziSudorazione occasionale

Sei un adolescente? Ecco perché il tuo sudore ha un cattivo odore

Vuoi sapere perché se si entra nella tua classe rischi di rimanere stordito dall’odore di sudore, mentre alle elementari non capitava mai? Te lo diciamo noi.

La risposta è semplice: sudare è normale, a qualunque età, ma durante la pubertà e l’adolescenza, a questa fisiologica attività del corpo umano, si abbina il cattivo odore. Una buona parte della colpa è degli ormoni: tra i vari cambiamenti fisici ai quali tu e i tuoi amici siete soggetti in questa fase della vita c’è anche questo, e certamente non è proprio piacevole, un po’ come avere l’acne e la pelle grassa.

 

Tra i 9 e i 14 anni gli ormoni iniziano a sollecitare intensamente l’attività delle tue ghiandole sudoripare. Nello specifico, come puoi verificare con il prof. di scienze, le ghiandole sudoripare sono di 2 tipi: le eccrine e le apocrine. Le eccrine, che sono le più numerose, sono sparse ovunque sotto la pelle e secernono un liquido inodore, fatto di acqua e sali minerali che fuoriesce attraverso i pori. Le responsabili del cattivo odore, invece, sono, seppur indirettamente, le ghiandole sudoripare apocrine, particolarmente concentrate sotto le ascelle e nelle parti intime: danno vita ad una particolare sostanza chimica, oleosa, carica di proteine e grassi, che fuoriesce dai bulbi piliferi. Tali ghiandole diventano attive proprio con gli ormoni durante la pubertà. Questo sudore ha un odore lieve, che però diventa forte, intenso e cattivo a contatto con i batteri presenti sulla cute, che lo utilizzano per proliferare.

 

teen insideEcco allora che l’igiene gioca un ruolo importante, seppur non unico, rispetto al cattivo odore dovuto al sudore. Devi imparare ad avere un buon rapporto con l’acqua e il sapone. Perché, se già ti lavi poco, e in più fai sport, soggiorni in classi e ambienti affollati e indossi indumenti poco traspiranti come i jeans stretti e le magliette sintetiche, allora… Il danno è fatto: rischi di emanare un cattivo odore di sudore già lontano un miglio. E la verità è che puoi anche non accorgertene subito, perché il tuo naso si abitua gradualmente all’olezzo mano a mano che il sudore avanza e i batteri proliferano sulla tua pelle.

 

Annusarti una tantum, magari a metà mattinata, può darti l’idea della situazione, ma forse è più efficace chiedere ad un tuo amico di fiducia di avvisarti in caso di cattivo odore, anzi, può essere un reciproco “scambio di favori” da mantenere segreto.

 

Tra gli accorgimenti quotidiani da seguire per evitare di trovarti in imbarazzo per il sudore, quello di lavarti ogni giorno con cura è sicuramente il primo step. Mettere il profumo per coprire l’odore del sudore non funziona, anzi può peggiorare la situazione. Se fai sport è opportuna una doccia subito dopo l’attività fisica. E’ utile che tu abbia sempre dietro un cambio in questi casi: rimetterti una maglia sudata e puzzolente non è il massimo della vita… E gli indumenti, per quanto siano i tuoi preferiti, vanno cambiati e messi a lavare con frequenza, specie se durante il giorno hai sudato.

 

Attenzione anche ai cibi ricchi di grasso, come le patatine fritte e gli hamburger pieni di salse o i cibi piccanti: anche ciò che mangi può contribuire ad una maggiore sudorazione e ad un odore più pregnante.

 

Da ultimo, per una maggior sicurezza in ogni momento della giornata, puoi optare per deodoranti antitraspiranti utili per chi, come te, soffre di sudorazione eccessiva. Scegli una formulazione adatta alla tua pelle giovane e delicata, testata clinicamente e utilizzabile a partire proprio dalla pubertà perché priva di effetti collaterali o controindicazioni particolari.

Condividi:
Perspirex