DonneSudorazione occasionaleUomini

Perché quando si è agitati si suda in abbondanza?

Quando si è nervosi si suda, a volte anche più del dovuto. Può capitare a chiunque, ma è un fenomeno che non va confuso con l’iperidrosi.

La “sudorazione nervosa” è un fenomeno più comune di quanto si pensi. Può essere considerata addirittura normale, ma va sottolineato che è qualcosa di diverso dall’iperidrosi, condizione di sudorazione eccessiva che si presenta con continuità e regolarità. Una sudorazione nervosa, infatti, può essere episodica.

 

Di fatto si tratta di ansia, uno stress emotivo che agisce direttamente sul sistema nervoso simpatico periferico, sollecitandolo ad intensificare lo sviluppo degli ormoni dello stress che aumentano la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e conseguentemente il flusso ematico, insieme a tanti altri fattori, a tal punto da far innalzare la temperatura corporea e la sudorazione di risposta.

 

Purtroppo il tutto può capitare all’improvviso: ecco che in pochi secondi, da freschi e asciutti, ci si può ritrovare completamente bagnati di sudore. Ma c’è un lato ancora più problematico: mentre in caso di iperidrosi ad essere maggiormente sollecitate sono le ghiandole che sviluppano un sudore fatto per lo più di acqua e sali minerali, in caso di sudorazione nervosa vi è anche un’importante sollecitazione delle ghiandole che secernono un sudore caratterizzato da grassi e proteine, che tanto piacciono ai batteri della pelle e li fanno proliferare. Ne consegue una puzza di sudore pressoché immediata!

 

Pensiamo al mondo degli animali: un cane “fiuta” la paura di chi gli è di fronte! Oppure si dice che un animale rincorso da un predatore emette un determinato odore (equiparabile al sudore da stress) per distogliere l’inseguitore: il sudore in questi casi è un segnale di allarme. Vale anche per noi umani, chiaramente in contesti diversi.

stress pallina

Insomma, l’ansia e lo stress possono stimolare un attacco di sudorazione improvvisa. Ma cosa ben diversa è l’iperidrosi: in quest’ultimo caso, infatti, la tensione emotiva non è una causa del problema, ma può al massimo peggiorare la situazione in quanto contribuisce a sollecitare ulteriormente il sistema nervoso simpatico. La verità è che non si conosce ancora il motivo per cui oltre il 2% degli individui al mondo soffre di iperattività delle ghiandole sudoripare, ed è dunque colpito da iperidrosi.

 

Per controllare il sudore nervoso è importante cercare di comprendere cosa crea disagio emotivo e imparare a tenere a bada la negatività: a volte può bastare una respirazione profonda! In generale, i messaggi che bisogna cercare di dare al cervello devono essere positivi, bisogna lavorare sul presente rifuggendo le paure e gli insuccessi del passato ma anche non creandosi inutili ansie nel futuro.

 

Se si è molto soggetti alle emozioni intense, e questo provoca malessere anziché stimolo a mettersi in gioco, bisogna cercare di adottare uno stile di vita orientato al benessere che includa pratiche quotidiane di rilassamento, di respirazione, riposo, ma anche attività fisica che consenta di “bruciare” le energie accumulate in eccesso. Anche l’alimentazione gioca un ruolo importante: via libera a carboidrati, frutta, verdura, cereali e pesce, al bando invece le sostanze nervine come alcolici, caffè e tè.

 

Per il resto i prodotti antitraspiranti, creando una sorta di barriera che regola la fuoriuscita di sudore dalle ghiandole sudoripare, possono certamente aiutare a tenere sotto controllo ogni forma di sudorazione, anche quella nervosa.

Condividi:
Perspirex