Prodotti antitraspiranti

L’antitraspirante: un alleato per ogni occasione

Gli antitraspiranti sono adatti per la sudorazione eccessiva ma anche per quella occasionale e per evitare spiacevoli inconvenienti nei momenti speciali.

La sudorazione eccessiva è un problema molto diffuso, che interessa una fetta di popolazione trasversale. Ci convivono giovani e meno giovani, persino teenager maschi e femmine, persone magre e in sovrappeso, di etnie e fototipi diversi. Insomma, diciamo che produrre quantità di sudore sovrabbondanti è un disagio altamente democratico.

 

Ovviamente le categorie più colpite dal problema hanno anche delle caratteristiche in comune, che vanno dal profilo genetico alla componente familiare, fino al “tipo” psicologico di appartenenza: soggetti ansiosi e agitati, con bassa resistenza allo stress, profondamente emotivi e sensibili, sono infatti più colpiti dalla sudorazione copiosa di origine nervosa cosiddetta occasionale.

 

Sudare troppo, infatti, e farlo quando si è sottoposti a sollecitazioni stressogene, ha comunque sempre la stessa origine: un’ipereccitazione del sistema nervoso che invia input fuori controllo alle ghiandole sudoripare. Nulla di patologico, si intende, ma semplicemente una caratteristica della persona, che quindi non va “curata” come si trattasse di un’infezione da spegnere.

 

Ci si deve convivere, imparando a gestire la propria abbondante traspirazione con i rimedi giusti che, se non risolvono il problema alla radice, comunque lo alleviano e soprattutto eliminano gli effetti secondari più imbarazzanti, come il cattivo odore o le difficoltà pratiche derivanti da mani, piedi e ascelle bagnati.

 

Il primo è più semplice di questi rimedi, è l’uso regolare degli antitraspiranti. Lungi dall’essere pericolosi per la salute, perché non bloccano del tutto la traspirazione, ma si limitano a “calmare” le ghiandole sudoripare troppo attive, se utilizzati nel modo giusto producono risultati per alcuni giorni di seguito.

 

 

Ci sono diverse formulazioni di questo tipo di prodotti, che vanno da quella più leggera pensata per i problemi di sudorazione abbondante occasionale, a quella più strong per chi invece abbia una traspirazione veramente eccessiva, sempre e indipendentemente dal fattore nervoso. Come a dire: ad ogni sudore, il suo antitraspirante!

 

Il consiglio è quello di iniziare con un prodotto dalla formulazione light rispettosa della pelle, per evitare spiacevoli sensibilizzazioni. Questo discorso vale soprattutto quando il problema della traspirazione eccessiva sia percepito come occasionale e abbia come fattore scatenante l’ansia. Consideriamo, infatti, che situazioni che comportano un forte stress emotivo, come un esame, un colloquio, un appuntamento galante ecc., inducono un’immediata reazione delle ghiandole sudoripare.

 

Ecco che allora, in previsione di tali eventi, si può programmare per tempo il ricorso all’antitraspirante. Per funzionare, e cioè ridurre in modo significativo la traspirazione, il prodotto va applicato per almeno una settimana di seguito, ogni notte prima di andare a dormire, nelle zone colpite dal sudore. Bisogna poi rispettare le indicazioni riportate nella confezione.

 

Tre raccomandazioni:

 

  • Il prodotto va applicato sulla pelle integra. Se ci sono tagli e arrossamenti, meglio aspettare;
  • E’ importante evitare di eccedere nell’uso, applicandone grandi quantità nella speranza che faccia più effetto. Non è così!
  • E’ bene programmare con intelligenza l’applicazione, se è la prima volta che lo si usa. Prima di un evento importante, non pretendiamo di neutralizzare il problema della traspirazione in eccesso in un giorno. Piuttosto, iniziamo con le applicazioni notturne una settimana prima della data, così da arrivarci quando l’antitraspirante avrà avuto il tempo per giungere al top della sua efficacia.

 

Grazie all’uso corretto degli antitraspiranti si è pronti per affrontare qualunque sfida che la giornata potrà portare, senza l’incubo del sudore e del cattivo odore, anch’esso ben controllato.

Condividi:
Perspirex