DonneOverSudorazione occasionale

La sudorazione abbondante in menopausa

Calano gli estrogeni e aumentano le vampate di calore: ecco perché in menopausa la sudorazione può diventare abbondante. Vediamo come intervenire.

Fortunate le donne che arrivano alla menopausa senza accorgersene! Per la gran parte delle signore tra i 45 e i 55 anni, invece, la fine delle mestruazioni coincide con l’inizio di un periodo di disagi più o meno marcati come, ad esempio, le vampate di calore, magari accompagnate da sudorazione notturna, fredda ed eccessiva.

 

La causa va ricercata nei forti sbalzi ormonali: situazioni del genere si possono riscontrare anche in altre fasi della vita riproduttiva femminile, come la pubertà e la gravidanza, mentre nello specifico sono legate ad una diminuzione rapida degli estrogeni, che hanno un impatto sulla capacità di termoregolazione del corpo.

 

Una vampata è una sensazione sgradevole di calore che compare all’improvviso, origina a livello del viso o del torace e provoca un arrossamento visibile della pelle, palpitazioni e sensazione di debolezza. Di solito passa dopo 1-2 minuti, lasciando una sensazione di freddo. In alcune donne la vampata non è accompagnata da sudorazione, mentre altre sudano copiosamente. In tutti i casi, può arrecare un notevole disagio e imbarazzo nella vita quotidiana, alterandone tal volta in modo serio la qualità: le vampate e la sudorazione abbondante disturbano il sonno – alcune donne si svegliano coperte di sudore – e questo si traduce in sonnolenza e irritabilità durante il giorno.

menopausa donna

Cosa fare? E’ possibile interrompere la sudorazione in menopausa? Al di fuori delle terapie ormonali sostitutive specifiche, o dei rimedi naturali che possano riequilibrare i livelli di estrogeni, esistono numerosi e semplici accorgimenti che ogni donna può intraprendere per sudare di meno o comunque per sentirsi più a suo agio in ogni momento della giornata:

 

  • Mantenere una buona igiene quotidiana: lavarsi con detergenti rispettosi della pelle, tenere il corpo ben depilato, mantenere la cute asciutta
  • Utilizzare un antitraspirante: ve ne sono di diverse formulazioni, scegliere quella più adatta alle proprie esigenze e al proprio tipo di pelle
  • Indossare abiti leggeri, morbidi e freschi, in fibre naturali abbandonando i tessuti sintetici. Questo vale anche per la biancheria intima: scegliere body, reggiseni e mutandine in cotone piuttosto che in nylon, e possono essere altrettanto sexy!
  • Mantenere il peso corporeo in equilibrio: l’accumulo di chili è un altro effetto collaterale spiacevole della menopausa e aumenta la sudorazione in eccesso oltre che all’intensità delle vampate di calore
  • Praticare attività sportiva con costanza e regolarità: l’esercizio fisico riduce l’impatto dei sintomi della menopausa legati al calore in quanto, sul lungo termine, favorisce una più efficace sudorazione e termoregolazione
  • Bandire alcolici, cibi piccanti e sostanze stimolanti come la caffeina che possono innescare improvvise vampate di calore e attacchi di sudorazione
  • Bere le giuste quantità di acqua: un corpo ben idratato avrà meno difficoltà a mantenere stabile la temperatura corporea in caso di vampata
  • Soggiornare in ambienti freschi e ventilati: in caso di sudorazione notturna, preferire lenzuola e pigiami in fibre naturali ed areare la stanza prima di andare a dormire
  • A tavola, puntare su cibi contenenti estrogeni vegetali, anche detti “fitoestrogeni”. Secondo molti studi, sarebbero utili per tenere sotto controllo i sintomi della menopausa, comprese le vampate di calore. Tra i cibi che ne sono più ricchi: broccoli, carote, fagiolini verdi, piselli, finocchi, mele, ciliegie, melograni ma soprattutto la soia (occhio a quest’ultima se si soffre di allergia!)
Condividi:
Perspirex