Consigli utiliRagazziSudore e psiche

Iperidrosi: come affrontare l’ansia di un esame

L’ansia è una conseguenza dell’iperidrosi. E più il sudore crea ansia, più le tensioni emotive peggiorano la sudorazione. E’ un circolo vizioso che va spezzato.

 

Può accadere in prossimità di un esame, di un’interrogazione o di un primo appuntamento: la pressione emotiva può scatenare un attacco di sudorazione altamente imbarazzante. Di fatto, quello della sudorazione in risposta allo stress è un evento abbastanza comune, che può capitare a chiunque dei tuoi compagni, anche se non gli hai mai visto la fronte perlata di sudore neppure dopo una partita di calcio: la sudorazione nervosa scaturisce da uno stato emozionale importante, tale da sollecitare gli ormoni dello stress che aumentano frequenza cardiaca, pressione del sangue e conseguentemente temperatura corporea e… Sudorazione!

 

Per chi come te soffre di iperidrosi, però, la questione è sicuramente più complessa: l’ansia e lo stress non sono le cause dirette del tuo problema, ma possono accentuarlo, esattamente come i cibi piccanti, il caldo estivo o un allenamento sportivo. La tua sudorazione è eccessiva a prescindere da questi fattori, certo è che sapere di cominciare a sudare copiosamente all’improvviso, magari proprio durante un’interrogazione, può essere talmente stressante e può generare tanta ansia da finire per peggiorare la situazione.

 

Chiuderti a riccio, in casa, non è la cosa giusta da fare. Si tratta di un circolo vizioso che va assolutamente spezzato. Come? E’ importante capire cosa scatena la tua ansia e cercare di tenerla sotto controllo. Comprendere che si tratta di un qualcosa che ha origine dalla tua mente è il primo step: va accettata ed affrontata per essere superata. Se è l’interrogazione di per sé o la paura di parlare davanti a tutta la classe a scatenarla, studiare bene la lezione sarà sicuramente utile, così come ripetere ad alta voce, ovvero simulando il contesto ambientale. Sono particolarmente efficaci in questo caso anche delle tecniche di rilassamento e respirazione, con cui puoi esercitarti ogni giorno, oltre che in prossimità o durante un evento ad alto impatto emotivo.

esame de

 

Se a metterti in agitazione o ansia è proprio la tua iperidrosi, la paura di sudare, cerca di affrontarla con uno stile di vita adeguato e mettendo al bando le cattive abitudini che ti fanno sudare di più:

 

  • Lascia perdere il cibo spazzatura, gli alimenti piccanti, le bevande gassate, dolci, gli alcolici e la caffeina, cioè tutti quei fattori che possono contribuire a scatenare una sudorazione abbondante
  • Tieni sotto controllo il peso: anche i chili di troppo sono strettamente correlati al tuo problema e agiscono negativamente sulla tua autostima, fattore che non giova certo a tenere l’ansia sotto controllo
  • Pratica una costante attività fisica: aiuta a sudare in modo più efficace (e dunque meno), modella al meglio il corpo e scarica le tensioni.
  • Non caricarti di impegni che sai che possono metterti sotto stress: l’esame o l’interrogazione sono obbligatori, organizzare una cena tra amici no, offri la tua disponibilità ma lascia fare a qualcun altro. E non dare troppo peso alle cose banali, tipo quale pantalone indossare!

 

Le magliette pezzate sotto le ascelle sono il tuo incubo? Indossa una maglia della salute (la classica canotta di cotone) che è in grado di trattenere il bagnato lasciando traspirare la pelle ed evita gli indumenti sintetici che possono peggiorare la situazione provocando anche cattivo odore; portati sempre dietro un cambio. Usa antitraspiranti o deodoranti, a seconda delle tue necessità.

 

Sconfiggere l’ansia e l’iperidrosi ad essa correlata può non essere semplice, ma di sicuro non è impossibile, basta guardare in positivo per interrompere il circolo vizioso!

Condividi:
Perspirex