DonneFamigliaIperidrosi / Sudorazione eccessivaUomini

Iperidrosi, chi colpisce?

La sudorazione eccessiva colpisce il 2-3% di uomini, donne, bambini, teenager e anziani. Nella maggior parte dei casi non è riconducibile a cause specifiche.

“Acqua che gronda” dalle ascelle, dalla fronte, dalle mani o dai piedi? La sudorazione eccessiva, che in termini medici è nota come iperidrosi, è un problema piuttosto frequente, più di quanto non si pensi. Sudare tanto può comportare delle difficoltà psicologiche, sociali e relazionali che, talvolta, possono essere molto difficili da affrontare e superare.

Si stima che soffra di iperidrosi circa il 2-3% degli individui, il che nel mondo equivale a cifre da capogiro con quasi 180 milioni di persone, spesso non diagnosticate e dunque non curate. Ma chi sono queste persone?

uomo2Difficile dirlo, perché generalmente l’iperidrosi non è riconducibile a cause specifiche, tanto che può colpire uomini, donne, bambini, teenager e anziani. Sappiamo però che il 30-50% di questi ha un familiare con lo stesso problema, e questo può essere un indizio significativo (ma ancora tutto da studiare). Sappiamo poi che alcuni individui hanno una maggiore probabilità di sviluppare tale condizione: ad esempio chi è affetto da alcune malattie come il diabete, l’ipertiroidismo, la gotta ecc. o chi assume determinati farmaci come gli antidepressivi o gli anticolinesterasici.

Le donne in menopausa possono avere una sudorazione eccessiva, conseguente alle vampate di calore tipiche dell’inizio di questa fase della vita femminile: qui la causa va ricondotta al drastico calo degli estrogeni. Lo stesso dicasi per le donne in gravidanza che manifestano il medesimo disturbo: in genere si tratta di una problematica passeggera.

La sudorazione eccessiva può iniziare a qualunque età: quella che gli esperti definiscono come iperidrosi primaria o essenziale o idiopatica, di cui cioè non si conosce la causa, può esordire nell’infanzia e nell’adolescenza, mentre l’iperidrosi secondaria, conseguente a malattie o all’utilizzo di alcuni farmaci, si verifica per lo più in età adulta.

Tutte le etnie e i tipi di pelle del mondo sembrano avere un medesimo rischio di incappare in tale condizione, indipendentemente dunque dal clima e dall’ambiente in cui vivono.

donna1Chi è emotivo non necessariamente soffre di iperidrosi ma, se la condizione di base esiste, lo stress e l’ansia per un compito in classe, un esame all’università, un colloquio di lavoro o un primo appuntamento galante possono aggravare la situazione o scatenare un attacco. Raramente alla base della sudorazione eccessiva vi è una patologia psichiatrica vera e propria: l’iperidrosi, cioè, non è provocata da disturbi mentali di alcun tipo.

Alla luce di tutto ciò, chiunque prima o poi potrebbe essere colpito da questo problema. Se non si interviene adeguatamente con una terapia, l’iperidrosi può continuare a persistere per tutta la vita. Solo chi ne soffre sa cosa questo possa comportare: oltre al ben evidente disagio nella vita di relazione, anche disturbi fisici veri e propri, causati da alterazioni dell’equilibrio cutaneo. Chi ha una sudorazione eccessiva è infatti più soggetto a micosi, intertrigine e dermatosi tra le dita dei piedi e delle mani.

Gli esperti e i ricercatori continuano ad indagare, a studiare, per cercare di capire esattamente quali meccanismi scatenano il problema per risolverlo alla base. Nel frattempo, però, i rimedi esistono e, a seconda dei casi, sono anche piuttosto efficaci. Per le forme lievi di iperidrosi si suggeriscono gli antitraspiranti acquistabili in farmacia, mentre per le forme più gravi si arriva fino alla chirurgia: in quest’ultimo caso sarà il dermatologo a suggerire la terapia più adeguata.

Condividi:
Perspirex