Consigli utili

Il tuo alleato contro afa e sudore? Un buon deumidificatore

Se afa e umidità ti fanno sudare il triplo, deumidificare l’aria ti aiuta a sentire meno caldo e sudare di meno.

Ma perché l’afa fa sudare tanto, anche se il termometro non segna più di 35°C, ovvero meno della nostra normale temperatura corporea? E perché, invece, certi calori bianchi secchi che fanno impennare la colonnina di mercurio, non sembrano indurre il corpo a traspirare allo stesso modo? La differenza, naturalmente, la fa l’umidità, ovvero la concentrazione di acqua nell’atmosfera. L’afa è infatti un micidiale mix tra calore e umidità che impregna l’aria, una cappa pesante da sostenere per chiunque.

 

Tanto più se il sistema nervoso è particolarmente reattivo. Chi tende a sudare copiosamente per natura, soffre in modo più acuto il problema dell’eccessiva umidità, soprattutto in estate, dal momento che le sue ghiandole sudoripare già piuttosto eccitabili sono stimolate e produrre sudore in grandi quantità a causa di questo input formidabile di tipo atmosferico.

 

La domanda sorge spontanea: ma qual è il livello di guardia di umidità che può davvero mandare in tilt la termoregolazione del corpo? La prima risposta è semplice: la percentuale di umidità relativa (quella percepita in un dato ambiente, ad esempio in casa) che consideriamo fastidiosa è quella superiore al 55%. Significa che quando respiriamo più acqua che ossigeno il nostro corpo si sente oppresso, come se il calore non fosse leggero ma pesante come una termocoperta.

 

Un’aria bagnata non permette al sudore di evaporare; questo, al contrario, sembra aderire al corpo come una pellicola e imbeve le fibre degli abiti, generando una sensazione di viscido e di appiccicoso, oltreché di maleodorante, davvero insopportabile. Insomma, è un po’ come dormire con il piumone quando è già estate!

 

Questo malessere lo sperimentiamo tutti, ma è chiaro che quando la traspirazione è copiosa per natura il problema si amplifica.

 

In questo caso una delle possibili soluzioni per sudare meno e stare meglio, soprattutto negli ambienti chiusi in cui abbiamo il controllo del microclima, è l’uso di un deumidificatore. Lo scopo di questo strumento, presente anche nei comuni impianti di condizionamento da montare in casa, è appunto quello di asciugare l’aria dell’acqua di troppo e renderla pertanto più gradevole. La percentuale di umidità dell’aria considerata ottimale è situata tra il 45% e il 55%.

 

Il raggiungimento del benessere igrometrico è vitale per chi ha il problema della sudorazione abbondante.

 

Alleggerendo l’aria indoor, rendendola fresca al punto giusto e asciutta, il deumidificatore aiuta a ridurre la sensazione di oppressione e permette al corpo di respirare. Il sudore quindi ha modo di evaporare senza problemi.

 

 

Non basta abbassare il termostato, un errore comune. Se non eliminiamo l’umidità in eccesso non risolviamo il problema e non permettiamo al nostro sistema nervoso e alle nostre ghiandole sudoripare di darsi una calmata. Pertanto, se ne abbiamo la possibilità, dotiamo la nostra casa di un buon impianto di condizionamento dell’aria con deumidificatore incorporato che si possa azionare anche separatamente.

 

Per avere sempre il polso igrometrico della situazione, un consiglio è quello di procurarsi una stazione meteo da tavolo; se ne trovano anche a poco prezzo e sono utilissime per prendere le misure all’aria indoor e correre ai ripari se necessario.

 

Altro suggerimento: regalarsi un deumidificatore da viaggio, da portarsi dietro anche sul posto di lavoro. E’ un elettrodomestico che funziona per ambienti piccoli, utile per creare una sorta di piacevole bolla d’aria asciutta intorno e poter così lavorare o trascorrere il tempo in condizioni ideali anche fuori casa.

 

Infine, un’idea green: la lampada al sale rosa dell’Himalaya. Per i più ecologisti, è forse lo strumento migliore per mantenere sotto controllo il livello di umidità indoor e al contempo creare un’atmosfera intima grazie alla sua calda luce aranciata dolcemente soffusa. Il sale dell’Himalaya è un deumidificatore naturale, i cui cristalli emettono ioni negativi con effetto purificante. Queste lampade non si limitano ad assorbire l’umidità in eccesso, ma neutralizzano anche le cariche elettrostatiche e riducono gli effetti negativi dei campi magnetici, creando un microclima salubre a 360 gradi. Una buona soluzione anche per allentare lo stress che, come sappiamo, è a sua volta uno dei fattori che agiscono sull’eccessiva sudorazione.

Condividi:
Perspirex