Iperidrosi / Sudorazione eccessivaRagazziUomini

I fattori che influenzano il tuo sudore? Sono 9

Non sai perché sudi così tanto, molto più dei tuoi amici? Sappi che la temperatura esterna non è il solo fattore scatenante. Ecco le altre possibili spiegazioni.

Sudare è fisiologico: evita che il corpo umano si surriscaldi troppo e vada in tilt, ma questo non spiega perché alcuni ragazzi sudino in maniera a dir poco eccessiva. Se è quello che capita anche a te, è importante che tu conosca bene tutte le possibili cause che scatenano il problema. Eccole:

 

  1. Il caldo e l’acclimatazione

L’acclimatazione è la causa principale della sudorazione in tutti gli individui. E’ un termine difficile che non deve preoccuparti: significa che, quando ti trovi in un ambiente caldo, ad esempio d’estate o in un locale al chiuso pieno di gente, il tuo organismo cerca autonomamente di mantenere in equilibrio la sua temperatura ideale. Come fa? Suda e, grazie a questo processo, la cute e tutto il corpo si rinfrescano. Alcune persone però sudano tanto, anche 4 o 5 volte più del normale: in questi casi si parla di sudorazione eccessiva o iperidrosi ed è un fenomeno assolutamente indipendente dalla temperatura ambientale e corporea.

 

  1. Allenamento e sforzo fisico

fitnessSotto sforzo, come ad esempio accade quando giochi a calcio con i tuoi amici o quando fai ginnastica a scuola o vai a correre al parco, la temperatura dell’organismo si alza, esattamente come accade al motore di una macchina in moto. Noi però non abbiamo le ventole a rinfrescarci, ma le ghiandole sudoripare che si attivano stimolando la sudorazione. Ancora una volta però, come nel caso del caldo, alcuni individui sudano più di altri, anche in modo eccessivo. Dipende da numerosi fattori, non ultimi la resistenza individuale all’attività fisica e l’intensità dello sforzo. Una curiosità: gli atleti iniziano a sudare prima e più intensamente degli “sportivi della domenica”, in quanto hanno una più rapida capacità di raggiungere un buon ritmo cardiovascolare e aerobico, consumando maggiori quantità di ossigeno. In tal caso la sudorazione è un bene!

 

  1. La genetica

Un altro fattore determinante quando si parla di sudorazione eccessiva è la genetica. Purtroppo questo non si può modificare, magari chiudendosi in una stanza con l’aria condizionata accesa o evitando l’attività sportiva. Quanto sudi, a prescindere o meno da stimoli esterni, lo stabilisce il tuo DNA. Se nella tua famiglia qualcuno soffre di iperidrosi, è più probabile che ne soffra anche tu. Non a caso questa è considerata una condizione ereditaria.

 

  1. Le ghiandole sudoripare

Oltre al “quanto” si suda, è opportuno valutare anche il “dove”. La sudorazione eccessiva è data da una iperattività delle ghiandole sudoripare: nel nostro corpo ce ne sono tantissime, dai 2 ai 5 milioni, sparse un po’ ovunque, ma concentrate in gran quantità in alcuni punti a seconda della tipologia. Le ghiandole eccrine si trovano alla base dei pori della pelle e sono loro a scatenare la fuoriuscita di grandi quantità di sudore, chimicamente caratterizzato da acqua e sali minerali e dunque privo di odore. Le ghiandole apocrine, invece, sono particolarmente concentrate sotto i follicoli piliferi di ascelle e parti intime e secernono una sostanza densa che, a contatto con i batteri della pelle, determina il classico cattivo odore di sudore. Non puoi cambiare questo aspetto, ma avere una buona igiene personale può aiutarti in modo sostanziale a ridurre gli “effetti collaterali” della sudorazione eccessiva e più in generale del sudore.

 

  1. I chili di troppo

I chili di troppo non favoriscono una sudorazione buona, fisiologica ed efficace: il grasso sotto la pelle, infatti, ha un effetto “isolante” rispetto alla traspirazione. Ne consegue che, se sei in sovrappeso, senti maggiormente caldo, sudi di più e la temperatura del tuo corpo si stabilizza meno velocemente. L’obesità è una delle condizioni di salute che possono provocare la cosiddetta iperidrosi secondaria.

 

  1. La dieta

cibo sanoAlcuni cibi, specie quelli piccanti, così come le bevande alcoliche, riscaldano l’organismo e favoriscono una maggiore e più intensa sudorazione. Attenzione però perché, per motivi diversi, anche altri alimenti contribuiscono alla quantità e qualità del sudore e sono proprio quelli che magari ti piacciono di più: panini carichi di grassi, patatine e altri fritti, ricchi piattoni di pasta, snack salati ecc. Il motivo sta nel fatto che sono difficili da digerire e, per farlo, il tuo organismo impiega uno sforzo maggiore: è come se facesse attività sportiva! Andrebbero proprio evitati, anche perché la maggioranza di loro, insieme ad aglio, cipolla e broccoli, sono cibi che possono peggiorare l’odore del sudore. Da non trascurare anche la quantità di sale che mangi: al tuo corpo non ne serve tanto, per cui automaticamente attiverà il fenomeno della sudorazione per espellere quello che hai assunto in eccesso con l’alimentazione.

 

  1. Sesso

I maschi sudano più delle femmine: hanno ghiandole sudoripare più attive. Questo probabilmente dipende dal fatto che, biologicamente, possiedono una maggiore potenza e resistenza fisica e quindi hanno la necessità di disperdere in modo più efficace il calore. Anche in tal caso è la genetica che conta, e il corpo umano si dimostra ancora una volta una macchina perfetta. Chiaramente non per tutti è così, ma tendenzialmente sì, senza dimenticare che, nel genere femminile, la sudorazione potrebbe intensificarsi in prossimità della menopausa quando, a causa del calo degli ormoni estrogeni, arrivano le vampate di calore: ma, come capiterà alla tua mamma, nel giro di poco tempo tutto passerà.

 

  1. Gli abiti

Il look è importante alla tua età, ma se ci tieni a non sudare troppo (e a non puzzare) devi guardare anche alla qualità di ciò che indossi e non solo all’estetica. Vanno preferiti indumenti freschi e traspiranti, come quelli di cotone e di lino: da bandire dall’armadio t-shirt, maglie e vestitini sintetici, che non favoriscono la traspirazione della pelle e fanno sudare di più.

 

  1. Ansia

E’ veramente difficile essere giovani! Un appuntamento, un’interrogazione o anche un colloquio di lavoro possono mettere in ansia e questa può dar vita ad un attacco di ipersudorazione. E’ un classico, anche piuttosto imbarazzante. Quando si soffre di iperidrosi, però, questo diventa particolarmente difficile da superare e contenere. E’ come il “cane che si morde la coda”: più si suda e più si scatena ansia, e viceversa. In tal caso, per stare un po’ più tranquillo, un bel corso per imparare a gestire l’ansia non guasterebbe. Anche lo yoga potrebbe esserti utile; in più, ammettiamolo, è trendy. Perché non provare!?

Condividi:
Perspirex