FamigliaIperidrosi / Sudorazione eccessivaRagazziUomini

Due diverse tipologie di iperidrosi

L’iperidrosi può essere primaria o secondaria: hanno cause diverse e caratteristiche diverse. Impariamo a riconoscerle e distinguerle.

La secrezione del sudore è regolata dal sistema nervoso centrale e da quello periferico, insieme ad alcuni ormoni come l’adrenalina e la tiroxina. È normale sudare in determinate condizioni ambientali e fisiche, ad esempio quando fa caldo, in presenza di febbre o se si fa un intenso esercizio fisico. Non è normale, invece, grondare sudore se non si verifica nessuna di queste condizioni: significa che qualcosa nel sistema nervoso-ormonale di regolazione si è alterato. Ed è allora che si comincia a parlare di iperidrosi.

Ma quanti tipi di iperidrosi esistono? Sostanzialmente due, e sono riferibili alle cause e alle caratteristiche di questo fastidiosissimo problema.

Iperidrosi primaria

La forma primaria è la più diffusa, riguarda circa il 90% delle diagnosi. Si verifica quando il sistema di autoregolamentazione del sudore rimane sempre attivo, ipersollecitato. Purtroppo non ne è nota la motivazione, ed è per questo che viene definita anche come idiopatica, ovvero di causa sconosciuta, non identificabile.

teen5Nella maggioranza dei casi è localizzata a mani, piedi, ascelle, inguine a causa dell’alta concentrazione delle ghiandole sudoripare proprio in questi punti critici. Da qui anche un altro nome: iperidrosi focale. Tale condizione è di solito relativamente simmetrica, ossia colpisce allo stesso modo il lato sinistro e destro del corpo, con almeno un episodio a settimana improvviso e non motivato, e tende a non manifestarsi durante il sonno.

Un’altra caratteristica riguarda l’età di insorgenza: in genere compare già nell’infanzia o nell’adolescenza. I medici specialisti possono anche parlare di forma congenita, distinguendola così da quella acquisita, significa che si è nati con questo problema. Tale concetto è supportato dal fatto che, nella maggioranza statistica dei casi, chi soffre di iperidrosi primaria ha uno o più familiari con lo stesso problema. Da qui sono partiti numerosi studi scientifici alla ricerca del “gene dell’iperidrosi”, che però non è ancora stato scovato!

Iperidrosi secondaria

La sudorazione eccessiva può essere secondaria ad alcune malattie o all’utilizzo di determinati farmaci: è dunque acquisita nel tempo, ed è il sintomo di un qualcosa che non va. Il più delle volte si manifesta in età adulta e matura.

uomo3Tra le condizioni di salute che possono provocare sudorazione eccessiva troviamo: obesità, gotta, diabete mellito, ipertiroidismo, malattie cardiovascolari ma anche menopausa o gravidanza. Non è rara nemmeno negli uomini affetti da problematiche gravi alla prostata. I farmaci che possono favorirla sono invece gli antidepressivi, gli anticolinesterasici e i medicinali per il trattamento dell’ipertensione (Propranololo) e del glaucoma (Pilocarpina).

Questa forma di sudorazione è spesso definita anche come iperidrosi generalizzata: il più delle volte (ma non sempre) riguarda tutto il corpo e non solo alcuni punti specifici Un’altra differenza fondamentale è che le persone con iperidrosi secondaria possono sperimentare degli attacchi anche durante il sonno.

Come è facile intuire, se improvvisamente si comincia a soffrire di sudorazione eccessiva è il caso di mettere da parte l’imbarazzo e di parlarne con il medico o il farmacista per intraprendere le diverse possibilità di cura, sia per l’iperidrosi primaria che per quella secondaria.

Condividi:
Perspirex