DonneFamigliaIperidrosi / Sudorazione eccessiva

Le cause dell’eccessiva sudorazione

Le cause dell'eccessiva sudorazione.

L’iperidrosi è causata da un’iperfunzione del sistema nervoso simpatico che regola la sudorazione. Ma il motivo dell’anomalia è ancora tutto da scoprire.

Magliette intrise di sudore nonostante le rigide temperature? Fronte gocciolante anche a riposo, come se si stesse facendo una corsa nel parco? Palmo della mano bagnato a tal punto che si macchia il foglio mentre si scrive, anche se non c’è ansia da compito in classe? Piedi perennemente “lessi”?

È probabile che la colpa di queste situazioni imbarazzanti sia l’iperidrosi, ovvero una condizione medica caratterizzata da intensa ed eccessiva sudorazione che prescinde dalla temperatura esterna, dall’emotività o dall’attività motoria, ma che è assolutamente trattabile, nei casi lievi anche con dei buoni antitraspiranti.

uomo-sudoreLa sudorazione è il mezzo fisiologico a disposizione dell’organismo per mantenersi a una temperatura ideale tra i 36° ed i 37° C. È il sistema nervoso simpatico che invia segnali alle ghiandole sudoripare quando la temperatura corporea sale. Per semplificare, basti pensare al sistema antincendio: quando in un ambiente si sviluppa un calore eccessivo, alcuni sensori attivano dei getti d’acqua per spegnere il fuoco. Così agiscono le ghiandole sollecitando la sudorazione. In alcuni casi questo meccanismo si altera e le ghiandole sudoripare – proprio come i sensori per il getto dell’acqua – vengono sollecitate di continuo in assenza di un vero problema.

Riguardo alle cause va distinta quella che gli specialisti chiamano iperidrosi primaria dall’iperidrosi secondaria.

La maggior parte degli individui che soffrono di iperidrosi è colpita dalla forma primaria, di cui non si conoscono ancora le cause, anche se alcuni studi scientifici parlano di una certa ereditarietà, il che sta portando gli scienziati a concentrare l’attenzione sui geni e sul DNA per poter mettere a punto dei farmaci specifici. Ciò non toglie, però, che ne possa soffrire chiunque anche senza familiari con il medesimo problema.

Della condizione di iperidrosi primaria si sa solo che le ghiandole sudoripare sono iperattive. Poiché queste si concentrano soprattutto in alcuni punti specifici (fronte, mani, piedi, ascelle), è lì che la sudorazione diventa maggiore ed è per tale motivo che si parla anche di iperidrosi focale. Nell’iperidrosi primaria l’ansia e l’emotività non sono una causa diretta, ma possono peggiorare la situazione in quanto la psiche contribuisce a sollecitare ulteriormente il sistema nervoso simpatico.

Quando si parla di iperidrosi secondaria si fa invece riferimento ad una sudorazione eccessiva provocata da problematiche ben note: alcune condizioni di salute o l’utilizzo di particolari farmaci. Solitamente si sviluppa in età adulta, a differenza della primaria che può esordire fin dall’infanzia. E può colpire anche di notte. Tra le condizioni mediche che possono scatenare questo disturbo troviamo:

  • Gravidanza
  • Menopausa
  • Diabete
  • Ipertiroidismo
  • Obesità
  • Artrite reumatoide
  • Malattie cardiovascolari
  • Gotta
  • Infezioni

L’iperidrosi dunque può essere sintomo di alcune di queste condizioni, anche pericolose per la salute: un motivo in più per rivolgersi ad uno specialista in caso di sudorazione eccessiva!

È necessario parlare con il proprio medico anche quando il disagio della sudorazione si manifesta in seguito all’assunzione di alcuni medicinali, spesso per terapie sul lungo termine.

Ne sono un esempio gli antidepressivi,  oppure i farmaci per la cura dell’ipertensione o del glaucoma.

Condividi:
Perspirex